0.7 C
Rome
martedì, Novembre 29, 2022

Il 2018 del Ristorante Il Tino* e del QuarantunoDodici

Lo Chef Daniele Usai, insieme ai soci Stefano Loreti e la famiglia Stillitano, hanno deciso di dar vita una serie di trasformazioni per le due insegne di ristorazione all’interno della destinazione  navale Nautilus.

Per Ristorante Il Tino* e QuarantunoDodici si delinea un progetto ancora più contemporaneo, per andare incontro a una clientela eterogenea che ama rapportarsi con la cucina d’autore in maniera differente.

Il Ristorante Il Tino*, dopo essersi trasferito nel 2016 da Ostia nella sede del Nautilus di Fiumicino, sarà protagonista nel 2018 di lavori di ristrutturazione, dal 26 Febbraio al 15 Marzo compresi, riaprendo quindi il 16 Marzo ed individuando nel mercoledì la nuova pausa settimanale.

“L’obiettivo” – rivela Lele Usai – “è alzare l’asticella della qualità al Tino, riducendo il numero di tavoli da 12 a 8 ed aggiungendo una cucina a vista in sala, un modo per migliorare l’esperienza dei clienti, che mi vedranno, insieme alla mia brigata, quasi fossimo in un acquario di vetro che si affaccia sulla sala. Inoltre, la nuova conformazione del Tino mi permetterà di uscire di più dalla cucina, una cosa che amo fare e che mi consente di relazionarmi con il mio cliente, di coccolarlo.”

La struttura, che ospita sia l’insegna stellata che la seconda tavola dello chef laziale, attualmente vede al piano inferiore un ingresso comune che si apre sul QuarantunoDodici – il ristorante con cucina di mare guidato dallo stesso Usai – e che permette al cliente di arrivare a Il Tino* dopo aver attraversato una seconda porta, che introduce nel mondo della cucina fine dining.

In parallelo a questo cambiamento, un’altra importante innovazione: il ristorante QuarantunoDodici sito al piano inferiore, fino ad oggi aperto dalla colazione al pranzo, a partire dal 27 Febbraio estenderà la sua proposta anche al servizio serale, operativo tutti i giorni della settimana.

La cucina di mare del QuarantunoDodici rappresenta la versione pop dei piatti dello chef Usai, con idee legate al territorio che trasportano in cucina ingredienti e profumi locali valorizzandoli da tocchi creativi che si spingono oltre i confini della zona.

Primo Piano

Ultimi articoli