0.4 C
Rome
martedì, Novembre 29, 2022

d.o.l Proloco, Di Origine Laziale

D.o.l (Di Origine Laziale) nasce nel 2006 nella zona di Centocelle di Roma con lo scopo di rendere la qualità dell’enogastronomia del Lazio alla portata di tutti, anche e soprattutto in aree periferiche metropolitane. Il progetto punta a diffondere il concetto di filiera corta, favorendo la conoscenza e la fruizione dei prodotti del territorio, la tutela di tutte le aziende tradizionali e degli artigiani dell’enogastronomia, fino allo sviluppo di forme di agricoltura ecocompatibile.

Dol segue una filosofia basata sulla ferma convinzione che il prodotto tradizionale e tipico sia un elemento fondamentale di raccordo tra i produttori e i consumatori che non vogliono essere colonizzati dagli effetti della globalizzazione. Per questo motivo seleziona direttamente sul territorio le aziende e i prodotti tradizionali e tipici, compresi quelli che ancora oggi costituiscono una nicchia al limite della produzione familiare, poiché proprio questi ultimi portano un contributo fondamentale alla salvaguardia dei prodotti vegetali e zootecnici regionali.

Consumare criticamente significa anche investire criticamente, favorendo il lavoro nella periferia e acquistando da piccole aziende agricole a rischio chiusura, per combattere in questo modo la globalizzazione dei mercati e la standardizzazione dei sapori.

È così che nella selezione d.o.l. si possono trovare formaggi caprini derivati dal latte della razza Bianca Monticellana e Grigia Ciociara, pecorini che vanno dal classico romano DOP stagionato al pecorino della Sabina; dal Conciato di S. Vittore, rinomato per la “conciatura” con 16 spezie diverse, al Caciomagno, messo a stagionare e ricoperto da fecola di patate.

facebook.com/doldioriginelaziale/photos
facebook.com/doldioriginelaziale/photos

Dol - tagliere formaggi

 

Salumi da suini autoctoni dei Monti Lepini e Reatini, rarità come il guanciale e il prosciutto cotti al vino Bellone di Cori, Oli monovarietali di Marina, Itrana, Carboncella, peperone Cornetto di Pontecorvo e Friggitello di Formia.

Dol - taglio guancialeDol - capocollo

Il cece nero Otello, il fagiolo Cannellino di Atina, l’antica Lenticchia di Onano, i fagioli Solfarino, del Purgatorio, Gialli e Ciabattoni, le Olive di Gaeta da olive Itrane in salamoia, il Coregone del lago di Bolsena, la farina di grano tenero Abbondanza ottenuta da macinatura a pietra azionata ad acqua.

facebook.com/doldioriginelaziale/photos
facebook.com/doldioriginelaziale/photos

Prolocodol ha inoltre avviato un progetto innovativo e di grande spirito all’interno del Carcere di Roma, Rebibbia. All’interno della sezione femminile del carcere vi è una vasta parte di terreno coltivata con metodo biologico ed allevamenti di animali come pecore, conigli, polli e tacchini. In questo contesto in cui le mura di recinzione sembrano lontane, è diventato realtà il progetto dell’azienda: il caseificio biologico “Cibo Agricolo Libero”, che ad oggi vede coinvolte oltre 20 donne carcerate e che quotidianamente dà speranza ad ognuna di loro.

I formaggi, lavorati dalle detenute, sono chiamati con dei numeri: formaggio 1, formaggio 2 e formaggio 3, a sottolineare l’alienazione che può crearsi all’interno di un posto dove i numeri spesso sono identificativi di un posto come le celle o un numero di matricola.

DOL si impegna quotidianamente a promuovere questo progetto perchè crede che questa esperienza possa contribuire a buttare giù un pezzo di muro di incomunicabilità tra chi è dentro e fuori il carcere, possa dare a queste donne un’ altra oppurtunità di vita e una speranza nel futuro fuori da qui attraverso l’ acquisizione di un mestiere e la possibilità di una più reale integrazione sociale al fine pena.

dioriginelaziale.it/cibo-agricolo-libero/
dioriginelaziale.it/cibo-agricolo-libero/

logo-proloco-dol

Azienda Agricola d.o.l. proloco

via Domenico Panaroli 35, 00171, Roma

(Quartiere Centocelle)

Primo Piano

Ultimi articoli