15.4 C
Rome
lunedì, Agosto 15, 2022

La Coppa del Mondo della Pasticceria arriva in Italia

Nel paese del tiramisù e della cassata, che ha inventato il cono gelato, la pastiera e il panettone, debutta la Coupe du Monde de la Pâtisserie.

Il 10 giugno a Torino, in occasione del Gourmet Expoforum, l’Oval Lingotto ospiterà la European Pastry Cup, la selezione europea della gloriosa competizione della pasticceria mondiale, fondata a Lione nel 1989 dal grande maestro pasticciere Gabriel Paillasson. Dopo il debutto a Parigi nel 2012 e due edizioni a Ginevra, Torino è la città scelta per ospitare a giugno il round europeo che premia i migliori pasticcieri del mondo.

La città del gianduiotto e del bicerin diventa così nel 2018 la capitale europea della gastronomia: in concomitanza all’evento infatti, l’11 e 12 giugno, la città ospiterà anche la finale europea del Bocuse d’Or. Nella storia della Coupe du Monde de la Pâtisserie, l’Oval Lingotto, che avrà una capacità di 1300 spettatori, sarà il più grande spazio dove si sia mai realizzata la competizione: la pasticceria è uno sport di eccellenza e grande spettacolo.

Martin Chiffers, già presidente del club Coupe du Monde de la Pâtisserie del Regno Unito, sarà il Presidente d’onore dell’evento di Torino.  Grande pasticcere, ha portato  il Regno Unito  ad essere uno dei piu importanti paesi al mondo nel campo della pasticceria, è dunque testimone incontestato di questo incredibile successo.

Torino accoglierà 8 nazioni

In vista della finale della Coupe du Monde de la Pâtisserie, dopo Città del Messico per la Copa Maya, Singapore per l’Asian Pastry Club, Marrakech per l’African Cup, la Coppa Europa è la gara più attesa con il livello più alto di eccellenza.  Nel corso della competizione , che durerà una giornata, dalle 10 del mattino alle 17, ora della premiazione, si affronteranno 8 squadre  nazionali. L’ordine nel quale i paesi si affronteranno è da poco stato deciso attraverso un sorteggio :

  1. Belgio
  2. Turchia
  3. Svezia
  4. Russia
  5. Polonia
  6. Svizzera
  7. Bulgaria
  8. Israele

L’Italia, che ha trionfato nel 2015 alla Coupe du Monde de la Pâtisserie con la squadra degli chef Fabrizio Donatone, Emanuele Forcone, Francesco Boccia, è qualificata di diritto alla finale di Lione 2019, e fa parte del TOP 5 della competizione.

coupedumondepatisserie__b

Cinque ore di prove, tre posti per la finale mondiale

Per qualificarsi alla Coupe du Monde de la Pâtisserie,  le 8 squadre avranno a disposizione 5 ore per realizzare un entremet alla frutta e 10 dessert al piatto. Ogni squadra, composta da 2 candidati dovrà poi realizzare una scultura di zucchero e una di cioccolato.  Al termine di ogni prova , la  giuria internazionale procederà alle degustazioni che decreteranno il podio con il vincente della Coppa Europa e delle altre 2 squadre che si qualificheranno per Lione.

Alla finale nel 2019 parteciperanno in tutto 22 paesi: le squadre qualificate sono 3 per ogni finale continentale, il TOP 5 composto da Italia, Giappone, USA, Corea del Sud, Regno Unito e ci potranno essere inoltre cinque paesi ai quali Gabriel Paillasson avrà assegnato una “wild card”.  Le“wild card” sono attribuite alle nazioni  più meritevoli, grazie alla creatività delle performance nei diversi concorsi.

Coupe-du-Monde-patisserie-2013-Sirha
Tuxboard

Primo Piano

Ultimi articoli