14.7 C
Rome
sabato, Agosto 13, 2022

La Patata di Rotzo // La Cucina che fa Bene

Il binomio Italia-cibo, si sa, è universalmente riconosciuto. Così come è indiscutibile la peculiarità del nostro Bel Paese, circa le materie prime, che sono sempre delle eccellenze.

Non fa eccezione la “patata di Rotzo”.

Rotzo, che nella lingua cimbra proviene da “rotz” che significa “roccia” è uno dei cosiddetti “Sette Comuni” dell’Altopiano di Asiago in provincia di Vicenza.

Devo ammettere che ho “scoperto” questa prelibatezza solo poche settimane fa quando, con la mia famiglia siamo andati ad Asiago per passare una settimana sui campi da sci dell’Altopiano.

E complice di questa scoperta, proprio è stato il mio corso di sci di fondo con la Maestra Marta Fabris che, tra una scivolata e l’altra del mio fondo schiena, mi ha parlato di questo prezioso tubero.

g

La coltivazione iniziò nel XVIII secolo, grazie alla curiosità scientifica dell’Abate Dal Pozzo che la cita nella sua pubblicazione “Memorie storiche dei Sette Comuni Vicentini“, pubblicato nell’800.

È un prodotto tipico di questi luoghi e continua a essere coltivato grazie alla passione di piccole aziende a conduzione familiare riunite nella Cooperativa di produttori della patata di Rotzo che, nonostante ne producano circa 3.500 quintali annui, non riescono a far fronte alla domanda di mercato. Questo è anche voluto dai produttori, perché aumentare la produzione vorrebbe dire produrre le patate in modo industriale e la qualità ne risentirebbe di certo.

Come per il vino, il segreto della bontà di questo tubero di montagna deriva da un concorso di elementi ambientali: la composizione del terreno, ricco di materiali morenici e ben drenato, e del clima, inverni rigidi che impediscono malattie, molto piovoso in primavera e con estati fresche e asciutte con temperature medie sui 18 – 20° che favoriscono al meglio la fruttificazione. Tutto ciò consente la maggiore concentrazione dei preziosi amidi che contribuiscono a rendere il prodotto unico per le sue qualità organolettiche.

Coltivata a un’altitudine tra i 700 e i 1000 mt, l’escursione termica tra il giorno e la notte favorisce la concentrazione del nobile amido. Le varietà più coltivate sono: la Bintje, (detta Olandese), la Desirèe, la Spunta, la Monalisa e l’Alba che sono tutte patate a pasta bianca o giallo-chiara e a buccia bianca o rossa. E recentemente è stata reintrodotta la coltivazione della prima varietà, ossia quella dalla buccia violacea, che si presta maggiormente per la frittura.

VicenzaToday
VicenzaToday

Le patate vengono vendute direttamente dai produttori, ma se volete apprezzare questo ottimo prodotto non dovete perdere l’appuntamento gastronomico più atteso, la tradizionale Festa della Patata, che si tiene a Rotzo ogni anno la prima domenica di settembre e dove diversi e forniti stand gastronomici permettono di assaggiare molti piatti tipici a base di queste patate.

Non dimenticate di degustare la “polenta considera”, una polenta da mais bianco piuttosto consistente, preparata con strutto e cipolla, che i contadini consumavano quando erano nei campi, da accompagnare al formaggio mezzano e alla soppressa vicentina, ma un posto d’onore meritano gli gnocchi conditi con burro e un pizzico di cannella.

E se vi è venuta la curiosità di provare laconsidera, eccola!

Dolomiti.it
Dolomiti.it

Ingredienti per 4 persone:

1 kg di patate di Rotzo

150 gr di farina bianca

120 g di burro (o strutto)

1 cipolla

Formaggio grattugiato

cannella in polvere

sale

Preparazione:

Lessare le patate già sbucciate e salate. Soffriggere dolcemente la cipolla tagliata sottile con burro o, meglio, strutto. Togliere la cipolla ed aggiungere la farina bianca e farla tostare lentamente fino a far assumere al composto la colorazione nocciola. la cannella, Schiacciare le patate lessate ed unirle al composto amalgamando il tutto con l’aggiunta di formaggio grattugiato e dell’acqua di cottura. Versare sul tagliere e servire a fette dopo 5 minuti. Accompagnare con formaggio mezzano e soppressa.

Alla prossima, ciao Marta.

Primo Piano

Ultimi articoli