14.7 C
Rome
sabato, Agosto 13, 2022

Phenix, l’app contro gli sprechi alimentari per un Natale sostenibile

Anche quest’anno è di nuovo (quasi) Natale e questo significa come sempre ritrovarsi di fronte a due momenti difficilissimi: scegliere i regali e decidere… il menù! Ma quante volte ci si riduce all’ultimo per poi fare dei regali senza senso?  E soprattutto, quante volte ci si ritrova a cucinare cibo per un esercito e si finisce per buttare via gli avanzi i giorni successivi alle feste?

Beh, se vi dicessimo che Phenix, la startup Tech For Good che fa dell’anti-spreco un’azione positiva e solidale, ha la soluzione a entrambi questi problemi? Proprio in questo novembre di preparativi, Phenix lancia una sfida: è possibile cambiare abitudini ed avvicinarsi a un Natale più sostenibile! In che modo?

Sarà facilissimo, servono solo alcune semplici dritte. Non solo sarà possibile rendere il Natale un momento più solidale, significativo e sostenibile per se stessi e i propri cari, ma anche per il pianeta e per tutte quelle attività che troppo spesso, soprattutto nel periodo delle feste, si ritrovano con kilogrammi di eccedenze da buttare.

Ecco alcuni consigli:

  • Guardare alla stagionalità: lasagne (con radicchio, zucca, carciofi), risotti, paste fresche ripiene, crespelle…in Italia siamo il top per i primi piatti!
  • Libero sfogo alla fantasia: con le rape rosse, per esempio, si possono fare delle salse in cui intingere crostini per uno sfizioso antipasto; con i broccoli dei golosi muffin salati; con la zucca degli sformati da leccarsi i baffi.
  • E per una dieta sana ed equilibrata, fatevi guidare dai preziosi consigli contenuti nell’Ecomenù di Greenpeace, non sbaglierete un colpo.
  • Fare del bene: Phenix ti regala la possibilità di fare un gesto meraviglioso anche verso chi è meno fortunato: perché non lasciare una “box sospesa”? Basterà acquistarne una e poi accordarsi con il commerciante per farla avere a chi ne ha più bisogno.

Phenix è la startup Tech For Good che fa dell’anti-spreco un’azione positiva e solidale. Nata in Francia nel 2014, l’azienda mette nelle mani di tutti soluzioni sostenibili e innovative, affinché gli invenduti non diventino mai dei rifiuti muovendosi sia nel mondo del B2B sia in quello B2C. Con 40 milioni di pasti salvati nel 2019, 15.000 negozi partner, 1.500 associazioni partner e +2.5 milioni di membri iscritti alla community grazie all’app in tutta Europa, Phenix contribuisce alla diminuzione dei rifiuti e alla transizione verso un’economia circolare. L’azienda è anche certificata impresa solidale di utilità sociale ESUS (Entreprise Solidaire d’Utilité Sociale) e B-Corp, con investitori del calibro di Danone, Casino e Sodexo.

Primo Piano

Ultimi articoli