-0.3 C
Rome
giovedì, Dicembre 1, 2022

Santa Margherita Gruppo Vinicolo: un mosaico enologico in continua evoluzione

Santa Margherita Gruppo Vinicolo è un progetto nato nel 1935 nei pressi di Santa Margherita. Questo, fondato da Gaetano Marzotto, è poi progressivamente cresciuto sino a diventare un vero e proprio “mosaico enologico” presente con proprie cantine e propri vigneti in alcune delle più belle regioni italiane come il Veneto Orientale, le colline di Conegliano-Valdobbiadene, l’Alto Adige, la Lombardia con la Franciacorta, la Toscana con il Chianti Classico, la Maremma e la Sicilia.

Imbottigliamento
Gaetano Marzotto, Presidente Santa Margherita Gruppo Vinicolo

Indissolubilmente legata al suo vino-icona – il Pinot Grigio, capostipite di un’intera generazione di nuovi vini bianchi italiani e leader di mercato da più di cinquant’anni – Santa Margherita ha fatto della capacità d’innovazione, della struttura manageriale, dello sviluppo tecnologico, della qualità e della sostenibilità, sia ambientale che sociale, i suoi tratti distintivi. Al centro del suo agire quotidiano ci sono, infatti, due punti fermi: la vigna e gli uomini.

Spinti dalla loro passione per il vino e da una costante tensione all’innovazione, Santa Margherita Gruppo Vinicolo è un progetto in continua evoluzione. Oggi, infatti, Santa Margherita acquisisce la quota di maggioranza di Cantina Mesa – a Porto Pino, nel Sulcis Iglesiente della Sardegna Occidentale – con l’intento di portare con maggior forza nel mondo i prodotti sardi ed in particolar modo i suoi nobili vitigni come il Vermentino, il Carignano del Sulcis ed il Cannonau. Cantina Mesa, fondata da Gavino Sanna – uno dei maestri della comunicazione moderna – è una realtà vitivinicola che si regge su circa 70 ettari di vigneto circondati dalla macchia mediterranea ad affacciati su uno dei mari più belli del mondo. Grazie ad una moderna cantina, ed alla grande cura dei suoi vigneti, Cantina Mesa è una delle protagoniste della rinascita e della scoperta dei grandi vini del territorio sardo, con una produzione annua di circa 750 mila bottiglie.

tottusinpari.blog.tiscali.it
tottusinpari.blog.tiscali.it

Come sottolinea Gavino Sanna, questo evento pone quindi “le basi per una grande proiezione internazionale dei nostri vini, confermandone l’assoluto valore e portando ulteriori investimenti in questa regione nel cuore del Mediterraneo, assecondandone la vocazione agricola e sostenibile».

Primo Piano

Ultimi articoli