24.1 C
Rome
lunedì, Agosto 8, 2022
Array

Firenze: come ti racconto il Taste, in 10 parole.

Da sempre fucina d’arte e buongusto, da sabato 11 a lunedì 13 marzo 2017, Firenze ospita la dodicesima edizione del Pitti Taste, quasi 390 aziende su circa 6.000 mq di superficie e niente lasciato al caso.

Siamo alla Stazione Leopolda, un ambiente già unico di per sé, ma che grazie al culto estetico di Pitti riesce a fondere classe e architettura industriale senza che nessuna delle due cose sconfini nell’altra, allestimenti semplici e uguali per tutti, installazioni coerenti negli ambienti e un percorso unico e lineare per goderne.

Una passeggiata nel senso estetico del gusto.

Mentre la Leopolda torna a vivere di crocevia importanti tra professionisti nel settore dell’enogastronomia, con il suo dodicesimo Taste, Firenze si conferma uno degli appuntamenti più importanti e produttivi nel mondo delle eccellenze gastro alimentari. Aziende da tutta Italia, per tre giorni, rappresentano orgogliosamente la crema dell’artigianato di settore e il fiume di contatti scambiati, mani strette e prodotti raccontati, è il più pescoso anche per chi si affaccia nel nostro paese dall’estero.

Si potrebbero snocciolare numeri da statisti: più di 15.00 visitatori nella scorsa edizione, con 5000 buyer e professionisti del settore, una mezza legione di giornalisti e 150 eventi nel Fuori di Taste (esterni alla manifestazione), che vedono coinvolta tutta la città di cui i Medici sarebbero ancora fieri grazie anche a Pitti Immagine; si potrebbe, sì, ma quello che ci piace fare, invece, è raccontare il Pitti Taste attraverso 10 immagini e parole, cercate e ispirate tra e da altrettante aziende. Che nessuno ce ne voglia, sarebbe bello raccontare tutte le realtà presenti sotto i dodici metri di soffitto della Stazione Leopolda, per ognuna ci sarebbe un buon motivo a confermare quello che la vede presente insieme alle altre: l’eccellenza, ma ci vorrebbe un’enciclopedia del gusto e non è detto che non la si possa realizzare, ma “non ora non qui” (Erri De Luca 1989 ndr).

10 parole e 10 aziende a raccontare storie e significati diversi, accomunati dalla passione, da generazioni che s’incontrano e dalla voglia di fare bene per restare a esser parte della tradizione d’un paese meraviglioso.

Questo è il (nostro) Pitti Taste in dieci parole:

1 – FRESCHEZZA (Masseria Dauna)

masseria_dauna_pomodori_pelati

Intesa come qualità essenziale della materia prima, restituita da profumi inconfondibili.

2- TRADIZIONE (Azienda Agricola Cavazza)

azienda_agricola_cavazza

Intesa come voglia di continuare a raccontare la struttura di un’origine, fatta di storia e di persone.

3 – VALORI (Azienda Agricola Nonno Andrea)

azienda_agricola_nonno_andrea

Intesi come attenzione alla salvaguardia di una natura complessa, in sintonia con la cura della vita.

4 – SAPORE (Trota Oro)

trota_oro

Inteso come sistema percettivo del palato, capace di riservare il sapere di pratiche e ricette tradizionali.

5 – OPPORTUNITA’ (32 Via dei birrai)

32_vie_dei_birrai

Intesa come capacità d’aggregazione conviviale tra intenti comuni, con la certezza del miglior confronto attraverso l’intima intesa di una stretta di mano.

6 – QUALITA’ (Salumificio Santoro)

salumificio_santoro

Intesa come valore assoluto, per semplicità e tradizione, di un prodotto e di un sistema familiare costruito sulla fiducia.

7 – TERRITORIO (Azienda Agricola Cecchetto)

azienda_agricola_cecchetto

Inteso come patrimonio unico e prezioso di ogni generazione, attraverso l’educazione alla conoscenza.

8 – GUSTO (Bodrato)

bodrato_cioccolato

Inteso come relazione estetica tra tutte le componenti di un prodotto, dal coinvolgimento del palato a quello dell’occhio.

9 – ATTENZIONE (Fattorie Fiandino)

fattorie_fiandino

Intesa come sensibilità al rispetto verso chi ci circonda, consapevoli che in quel rispetto si può guardare e andare lontano.

10 – ARTE (Antico Frantoio Muraglia)

frantoio_muraglia

Intesa come linguaggio umano d’espressione capace di emozionare e sorprendere.

E’ stata dura scegliere, ma al netto della qualità di ogni singola azienda e della passione e dell’impegno nel portare avanti un progetto imprenditoriale legato al territorio e alla dedizione, a contare sono le parole scelte per rappresentare l’evento e, di fatto, appartengono a ogni singolo protagonista.

Da sabato 11 a lunedì 13 marzo 2017, una città meravigliosa, una location esclusiva, un’organizzazione attenta; anche e soprattutto questo è il Pitti Taste di Firenze.

Info: http://www.pittimmagine.com/corporate/fairs/taste.html

Primo Piano

Ultimi articoli